Vannini: Sindaco Pascucci, non abbasseremo la guardia finchè non ci sarà giustizia per Marco

“Da Sindaco e uomo delle Istituzioni accolgo con grande soddisfazione la
decisione della Cassazione di disporre un nuovo processo di appello per
l’omicidio di Marco Vannini. Dopo cinque anni di tensioni e polemiche,
con una tragedia infinita che ha scosso non solo la nostra comunità ma
la Nazione intera oggi la giustizia torna ad essere un faro per
l’Italia”. Così in una nota il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci,
commenta la decisione della Cassazione di disporre un nuovo processo sul
caso Vannini. “Quella di oggi è una vittoria di una comunità che si è
stretta fin da subito accanto alla famiglia Vannini, alla mamma e al
papà che tanto stanno soffrendo”.

“Oggi – aggiunge Pascucci – comincia però un’altra battaglia perché su
quella maledetta notte occorre ancora fare chiarezza per restituire
giustizia al povero Marco punendo chi lo ha ucciso e chi ha coperto il
vile gesto. La sentenza d’appello, oggi fortunatamente annullata dalla
Cassazione, conteneva un sillogismo tutt’altro che chiaro che arrivava a
giustificare il Ciontoli per aver ritardato i soccorsi al povero Marco
che, come dicono tutti i referti, si sarebbe salvato se soltanto
qualcuno di quella scellerata famiglia si fosse degnato di chiamare
l’ambulanza in tempo. La città di Cerveteri continuerà a stringersi
attorno alla famiglia Vannini e terremo lo striscione per Marco sulla
facciata del palazzo comunale finché l’Italia non gli riconoscerà la
giustizia che gli spetta punendo i suoi vili assassini”, conclude il
sindaco Pascucci.

Lo comunica in una nota l’Ufficio Stampa del sindaco di Cerveteri
Alessio Pascucci.

Condividi!